Denti mancanti?


Oggi è più “immediato” tornare a sorridere.

L’implantologia a carico immediato, consiste in una particolare procedura nella quale nella stessa seduta in cui si inserisce l’impianto dentale si realizza e posiziona la protesi provvisoria a questo cementata o avvitata.


La mancanza di uno o più denti può creare oltre che problemi estetici e funzionali problematiche e squilibri nella masticazione. Ciò infatti può portare allo spostamento dei denti adiacenti e antagonisti alterando così negli anni la masticazione e l’occlusione. Per sostituire i denti mancanti sono diverse le opzioni come ad esempio i ponti fissi, le protesi rimovibili o l’implantologia dentale. Quest’ultima permette di ripristinare i denti mancanti senza ancorarsi ai denti adiacenti, ma tramite l’inserimento di una radice artificiale nell’osso, l’impianto dentale appunto. Per saperne di più su questa tecnica abbiamo intervistato il dr Maurizio Ciatti, medico chirurgo, specialista in odontostomatologia, specialista in chirurgia maxillo facciale, prof a.c dell’Università degli Studi di Milano.

Dottore da diversi anni ormai si sente parlare di implantologia dentale, quali sono le novità in questa disciplina?

Le innovazioni più recenti consistono nell’implantologia a carico immediato che consiste in una particolare procedura nella quale nella stessa seduta in cui si inserisce l’impianto dentale si realizza e posiziona la protesi provvisoria a questo cementata o avvitata. L’altra importante novità è l’implantologia computer guidata; questa grazie alla ricostruzione 3D ottenuta dalla TAC permette di simulare l’intervento su computer così da poter effettuare una pianificazione molto più accurata rispetto ai metodi tradizionali. Ciò rende l’intervento più sicuro e predicibile. Grazie a questa tecnologia oggi è possibile in diversi casi, come ad esempio in pazienti portatori di dentiera, effettuare l’implantologia senza lembo, quindi senza tagliare la gengiva ma facendo solo dei fori nella posizione degli impianti. Questo rende l’intervento minimamente invasivo, annullando completamente il possibile gonfiore e fastidio post operatorio.

Quali sono i vantaggi dell’implantologia a carico immediato per i pazienti?

Sicuramente il vantaggio principale consiste nel minor numero di interventi e nell’immediato posizionamento del dente mancante o di tutti i denti mancanti. Con questa metodica è possibile nella stessa seduta in cui viene ad esempio estratta una radice non più recuperabile procedere al posizionamento dell’impianto e della corona provvisoria. Le tecniche tradizionali prevedevano invece tre interventi prima l’estrazione, poi l’inserimento dell’impianto e dopo 3/6 mesi la realizzazione della corona. Questa tecnica non è comunque indicata ed utilizzabile per tutti i casi. Si utilizza infatti per i settori anteriori dove c’è una maggiore richiesta estetica.

Ci sono particolari indicazioni che devono essere seguite dopo un intervento di implantologia a carico immediato?

La protesi, sia essa una corona singola o un’arcata completa, qualora venga posizionata in regime di carico immediato ha una funzione prevalentemente estetica quindi il paziente non dovrà sovraccaricare, nei primi mesi in cui deve avvenire il processo di osteointegrazione. Viene quindi consigliata una dieta morbida evitando cibi troppo duri. Avvenuta l’osteointegrazione si può procedere alla realizzazione della struttura protesica definitiva.

Quali sono invece le caratteristiche dell’implantologia senza bisturi?

Grazie alla pianificazione al computer dell’intervento è possibile creare una guida chirurgica con i fori nelle posizioni degli impianti. In questo modo durante l’intervento non è necessario tagliare la gengiva ma vengono solo eseguiti i fori nelle posizioni degli impianti e tramite delle frese calibrate si procede alla preparazione del sito implantare ed al posizionamento degli impianti. Grazie a questa tecnica non è necessario dare punti di sutura e proprio per il fatto che non viene tagliata la gengiva il gonfiore e dolore post operatorio sono nulli. Ciò migliora il confort post operatorio.

Per quali pazienti è indicata questa tecnica?

L’implantologia computer guidata senza lembo è particolarmente indicata per i pazienti portatori di protesi totali, per intenderci la classica dentiera mobile. Grazie a questa tecnica in un solo intervento è possibile dire addio alla dentiera ed avere denti fissi avvitati agli impianti.

Qual è il risultato estetico ottenibile con questa metodica?

Il risultato estetico sia con la struttura provvisoria e poi in particolare con quella definitiva riproduce un’ottima estetica e permette di far tornare il paziente a sorridere e masticare senza sentirsi più a disagio.


0 visualizzazioni