Il Dott. Ciatti al cospetto del Prof P.I. Branemark


Più di mille i partecipanti all’evento, 25 paesi i paesi di provenienza e un ricco programma basato sulla consapevolezza che ogni scelta terapeutica non può prescindere da una solida e comprovata evidenza scientifica.

Anche l’Italia era rappresentata da un gruppo di stimati professionisti afferenti al mondo accademico e privato, ma tutti accomunati dall’entusiasmo di far parte di una celebrazione così importante e significativa.

Evento iniziale di un tour che porterà il Nobel Biocare Symposium a Rimini il 19 e il 20 ottobre, l’appuntamento di Goteborg è destinato a rimanere nella memoria di tutti i partecipanti, in particolar modo degli italiani, per l’emozione suscitata dall’entrata in scena del Professor Brånemark in persona.

L’ovazione spontanea e commovente della platea ha testimoniato ancora una volta la stima e l’affetto che circondano una personalità così importate, eppure così semplice, quale quella del padre dell’osteointegrazione.

Come un esperto showman, il Professor Brånemark ha parlato per diversi minuti, commentando l’importanza del programma scientifico e ricordando alcuni dei capisaldi della moderna implantologia. “Non dobbiamo condividere solo il successo, ma anche le informazioni... Se riuscite a comunicare, e se Madre Natura è d’accordo, tutto ciò che ricevono i pazienti può aumentare la qualità della loro vita.” Il Professor Brånemark ha poi aggiunto che anche la perdita di un solo dente può avere un notevole effetto sulla vita e costituire il difetto principale. Esortando ad essere cauti nei confronti della moderna tendenza ad affidarsi più alla tecnologia che alla comunicazione, Brånemark ha poi concluso “Non focalizzatevi solo sul difetto. Chiedete al paziente in cosa consiste il suo problema. Non guardate solo nel computer!”

I lavori del simposio sono poi proseguiti con un succedersi sul palco di relatori di fama internazionale che hanno presentato lo stato dell’arte nell’ambito dell’evidenza scientifica, degli aspetti estetici legati alla riabilitazione implantoprotesica, dell’odontoiatria digitale e delle superfici implantari.

Oltre al bagaglio di nozioni e di interrelazioni con i colleghi stranieri, gli ospiti italiani di Nobel Biocare hanno portato a casa con sé un’ulteriore motivo di soddisfazione: sono stati infatti gli unici ad avere la possibilità di condividere con il Professor Brånemark un momento davvero unico, come testimoniano le foto realizzate.

fonte osteocom : www.osteocom.net


0 visualizzazioni