Chi ha cervello si prende cura della bocca


La salute del cervello dipende anche dalla cura della bocca

Gengivite e parodontite aumentano il rischio di ictus, grave patologia del cervello. Lo dimostra uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Periodontology, condotto presso il Dental Technology Centre del Christian Hospital di Changhua, a Taiwan: anche per questa ragione andrebbero curate.


Una ricerca condotta sul campo


I ricercatori dapprima hanno analizzato i dati di 162mila individui affetti da gengivite o parodontite, ma con nessuna patologia di origine cardiovalscolare in essere, come ad esempio l'infarto o l'ictus. Il campione è stato poi seguito nel tempo, così da poter confrontare il rischio di ictus di ciascun individuo con lo stato di salute della sua bocca.


I risultati dello studio


La pulizia profonda o il trattamento sotto-gengivale non chirurgico, il cosiddetto "dental scaling", su pazienti affetti da gengivite e parodontite, ridurrebbero il rischio di ictus del 27% e del 23%, in funzione della gravità della patologia.

Al contrario, la perdita dei denti causata dalla parodontite e la parodontite non trattata esporrebbero i pazienti a un maggior rischio di ictus, rispettivamente del 56% e del 36% rispetto ai soggetti sani.


Un'ulteriore conferma di quanto già noto


Lo studio condotto dai ricercatori del Dental Technology Centre del Christian Hospital di Changhua è l'ennesima prova di quanto sia importante la salute della bocca: la riduzione dell'infiammazione locale del cavo orale, infatti, ormai è noto, riduce l'infiammazione sistemica (cioè dell'organismo) e quindi anche il rischio cardiovascolare.

4 visualizzazioni