Devitalizzazione, le indicazioni post-intervento

Aggiornato il: feb 13




La devitalizzazione è una terapia endodontica chiamata anche cura canalare. Consiste nell'asportazione della polpa dentaria (inclusi i vasi e le terminazioni nervose), nella disinfezione, sagomatura e otturazione dei canali radicolari con appositi

materiali (cemento e guttaperca).


La devitalizzazione di un dente (come peraltro anche il suo eventuale ritrattamento) è una terapia che può causare dolore alla masticazione e/o gonfiore, localizzati o generalizzati.

Si tratta di manifestazioni del tutto individuali e non sempre presenti, alle volte possono giungere immediatamente dopo la terapia oppure dopo 24 o 48 ore dall'intervento e durare anche per più giorni.


Questi sintomi non devono però creare preoccupazione, dato che possono essere controllati sia con l'assunzione di farmaci antinfiammatori, sia attraverso antibiotici nei casi in cui l'odontoiatra, ravvisando la presenza di un'infezione, ritenesse necessaria l'assunzione di questi farmaci, la cui prescrizione spetta al medico curante.



32 visualizzazioni