Diabete e parodontite, un tandem pericoloso


Diabete e parodontite sono due patologie che spesso corrono insieme

In Italia, sono circa 8milioni le persone affette da parodontite, malattia che può portare alla perdita di osso intorno alla radice dei denti e dunque della dentatura naturale. I numeri sono ancora più impressiondanti se riferiti al mondo occidentale: l'11% della popolazione, (circa 800milioni di persone) è colpita da questa patologia, spesso associata a un'altra malattia molto diffusa sempre in questa parte del mondo, il diabete.


Diabete e parodontite, un binomio da tener sotto controllo


Tra parodontite e diabete c'è una correlazione stretta: chi soffre di diabete, infatti, ha un rischio 3 volte superiore di ammalarsi di parodontopatia (l'altro termine utilizzato per descrivere la malattia dei tessuti parodontali); d'altro canto, chi è affetto da parodontite sembrerebbe più predisposto a sviluppare anche il diabete. Ecco perché è necessario interrompere il circolo vizioso tra queste due patologie.


Parodontite, seconda causa di infiammazione cronica


Dopo l'obesità, fenomeno in crescita nei Paesi industrializzati, la parodontite è la seconda causa di infiammazione cronica sistemica. Si tratta di una patologia, purtroppo ancora oggi sottostimata dai pazienti che ne sono affetti, con un forte impatto sulla salute generale dell'individuo, in modo particolare sull'insorgenza e sul decorso del diabete. Le evidenze scientifiche, infatti, hanno ormai dimostrato l'esistenza di una relazione diretta tra la gravità e l'estensione della parodontopatia e il peggiornamento del controllo glicemico che per il paziente diabetico è invece di primaria importanza.


Perché è pericolosa la parodontite


Per le ragioni dette sin qui, ma non solo. La parodontite è una malattia insidiosa anche perché l'infiammazione dei tessuti parodontali, se non curata, determina una perdita d'attacco dei denti rispetto all'alveolo, possibile formazione delle cosiddette tasche parodontali, mobilità dentale, sanguinamento delle gengive, ascessi e suppurazioni, sino alla perdita di uno o più denti. Ecco perché la parodontite non andrebbe mai sottovalutata, ma al contrario curata per evitare che conduca a queste gravi conseguenze di competenza odontoiatrica, ma anche che diventi causa di altre malattie che nella bocca trovano i loro primi segni.


10 visualizzazioni