La carie ha i giorni contati

La notizia è stata pubblicata pochi giorni fa sulla rivista ACS Applied Materials & Interfaces e riguarda uno studio condotto presso l'Università di Tel Aviv da Lihi Adler-Abramovich e Lee Schnaider. I due ricercatori hanno messo a punto un nuovo materiale in composito per otturazioni, arricchito con nanoparticelle antibatteriche, che impedisce la crescita di patogeni e quindi la formazione di nuove carie nei denti già trattati.


Grazie al nuovo materiale, dunque, una particolare resina, le infiltrazioni e le carie secondarie, tra le principali complicanze della carie che spingono il clinico a dover estrarre il dente malato o devitalizzarlo, hanno i giorni contati.


Magari fosse così... Meglio essere prudenti infatti sulla vera applicabilità clinica di materiali come questi, avverte Cristiano Tomasi dell'Università di Göteborg e membro della Società Italiana di Parodontologia e Implantologia (SIdP).


"I test 'in vitro' (di laboratorio), come quelli effettuati in questa ricerca", ha detto Tomasi all'Ansa, commentando questa notizia, "possono solo confermare le proprietà antibatteriche e le caratteristiche meccaniche del materiale. Ma altri studi vanno effettuati prima di poter vedere questo materiale nell'utilizzo quotidiano: intanto va dimostrata la non-tossicità del materiale, e successivamente si deve dimostrare la validità operativa a breve e lungo termine con studi clini appositamente progettati".


Come dare torto a Cristiano Tomasi. La ricerca va avanti e noi odontoiatri, sensibili all'innovazione, siamo sempre attenti e informati sugli ultimi ritrovati, affinché il nostro intervento terapeutico sia più efficae, ma senza dare false speranze ai pazienti.


La bella notizia, di cui parlano poco i giornali, è che contro la carie già oggi si può fare molto con gli strumenti a disposizione. Innanzitutto adottando una corretta alimentazione (povera o, ancora meglio, priva di zuccheri), poi sottoponendosi alle sedute periodiche di igiene orale professionali, nonché curando con scrupolo l'igiene della bocca al proprio domicilio.


Come sconfiggere la carie? Soprattutto con l'igiene....

Curare l'igiene orale e andare con regolarità dal dentista sono gli unici modi per tenere a bada la carie, una patologia ancora oggi molto diffusa. In attesa che le ricerche più avanzate ci forniscano nuovi congegni, affidiamoci allora agli strumenti più tradizionali, come lo spazzolino e il telefono, per esempio, l'apparecchio ancora oggi più usato per fissare un appuntamento dal dentista!

12 visualizzazioni