La parodontite, una malattia sottovalutata

La cura, un viaggio che si compie insieme

Un paziente su 2 affetto da parodontite (infiammazione cronica delle gengive) non si sottopone ai controlli periodici. Questo compromette la possibilità di realizzare una prognosi favorevole, con gravi conseguenze per la salute di chi è affetto da questa malattia che - ricordiamolo - è correlata ad altre patologie importanti come il diabete e le malattie cardiovascolari, e se trascurata può portare anche alla perdita dei denti.


E pensare che la parodontite, invece, può essere curata con successo, purché tra il paziente e il team odontoiatrico (odontoiatra, igienista dentale e assistente di studio odontoiatrico) si instauri un'alleanza terapeutica, cioè quel clima di collaborazione ottimale che porta il paziente a realizzare la cosiddetta "aderenza terapeutica"; in altre parole, a seguire una corretta igiene dentale al proprio domicilio, a sottoporsi alle sedute di igiene orale professionale in studio e ai controlli periodici prescritti.


Invece, purtroppo, ancora oggi, questa alleanza non sempre è attuata. Lo denuncia la SIdP (Società italiana di parodontologia) che ha messo in evidenza un problema in particolare: la responsabilità di questa mancanza di comunicazione tra medico e paziente non sarebbe solo di chi, pur essendone affetto, sottovaluta la gravità della malattia, ma anche dei professionisti sanitari che non sempre riescono ad "arrivare" al paziente, perché usano termini tecnici incomprensibili che rendono difficile il dialogo.


Ecco perché il team del nostro Studio da sempre dedica molto tempo alla relazione con il paziente, perché la cura può essere attuata solo se da parte di entrambi i protagonisti della scena terapeutica (medico e paziente) siano davvero chiari i termini del problema; sia bene circoscritto il luogo in cui ci si trova (malattia) e quello verso cui andare (salute), perché la cura non è un evento che si pratica o di riceve in modo solitario, ma un viaggio che si compie insieme.

0 visualizzazioni